un Reuters nei guai

La settimana scorsa nella crème de la crème del tweeting giornalistico internazionale è accaduto un episodio bizzarro: Matthew Keys – straordinario giovane talento della rete reclutato qualche mese fa dalla Reuters per svolgere per l’agenzia il lavoro di ricerca giornalistica che già faceva per proprio conto su Twitter – è stato denunciato per hacking.

Ad accusarlo è il suo vecchio datore di lavoro, che sostiene che Keys avrebbe dato le sue vecchie password ad Anonymous per permettere al collettivo di hackerare il sito per cui lavorava. E ironia della sorte, Keys ha appreso di questa accusa da un tweet.


Cosa che non gli ha impedito di dichiararsi innocente e di cercarsi subito un team di avvocati per essere rappresentato, che a sua volta si è “dichiarato” su Twitter.

La canzone di oggi era “Jubilee Street” di Nick Cave & the Bad Seeds

Ecco la puntata di oggi:

[audio:http://pod.radiopopolare.it/alaska_18_03_2013.mp3]

Per scaricarla sul tuo computer clicca qui

Leave a Reply

Your email address will not be published.