trenta

(this article was originally posted on Alaska at Radio Popolare)

Cinque giorni fa l’annuncio che il re dell’Arabia Saudita ha eletto per decreto trenta donne nel consiglio consultivo della Shura, che fino a questo momento era composto solo da uomini. E’ uno dei piccoli passi che la famiglia reale saudita è costretta a fare pena la propria estinzione, con decine di migliaia di donne laureate nelle migliori università e di professioniste di alto livello non in grado di svolgere il loro lavoro né di condurre una vita indipendente senza i loro guardiani – piccoli passi da tempo previsti dagli osservatori della vita sociale saudita che misurano il polso delle forti richieste di riforme sociali rafforzatesi dopo l’inizio della primavera araba – e rese famose, per esempio, da campagne come Women2drive. Qui la notizia AFP da Riyadh, qui il primo dei post di Ahmed Omran – che conoscete su Twitter come @ahmed, ex stagista a NPR accanto a Andy Carvin e fra i più importanti curatori dei video in arrivo dalla Siria, giovane ma blogger di vecchia data, che dopo Saudi Jeans ha aperto un blog di commento della politica interna saudita che si chiama Riyadh Bureau. Qui anche il suo post sulle proteste dei religiosi contro la decisione del re, e qui il punto di vista di Badrai al-Bishr per Al Arabiya.

La canzone di oggi era “Helpless” di k.d.lang

Ecco la puntata di oggi:

[audio:http://pod.radiopopolare.it/alaska_16_01_2013.mp3]

Per scaricarla sul tuo computer clicca qui

Leave a Reply

Your email address will not be published.