guida non autorizzata del Bahrain

(this article was originally posted on Alaska at Radio Popolare)

Il fine settimana è stato dominato dalla diretta Twitter sul Gran premio di F1 del Bahrain: metà dei giornalisti, sportivi e non, bloccati senza visto, l’altra metà che hanno scritto e twittato da dentro il circuito e dalle strade di Manama documentando manifestazioni, incontri con gli attivisti, irrigidimento dei controlli di polizia e presidi militari per le strade. Gran Premio che si è svolto regolarmente, a tribune vuote (il Ministero degli Interni dava l’evento tutto esaurito), le telecamere puntate solo sulle vetture che sfrecciavano nel deserto. Anonymous che ha bloccato tutti i siti ufficiali della Formula 1 e quello dello sponsor Gulf Air. Zeinab Alkhawaja di nuovo arrestata (era inginocchiata in mezzo alla strada, e suo padre è al 75esimo giorno di sciopero della fame in carcere, da alcuni giorni rifiuta anche l’acqua), e arrestati e picchiati e poi rilasciati i fixer che accompagnavano la troupe di Channel4, deportata ieri dal paese con un volo British Airways, telecamere e computer sequestrati. Salah, attivista 37enne del movimento per i diritti civili, ucciso nella notte prima del Gran Premio quando la polizia ha ripreso ad attaccare i manifestanti – i suoi funerali si sono svolti ieri. All’interno del circuito il giorno della gara sono state arrestate alcune donne che manifestavano in silenzio con la foto di Alkhawaja. All’esterno si levavano le nubi di fumo scuro dalle gomme bruciate per strada dai manifestanti per lanciare un segnale alle telecamere del GP. Tutti i grandi giornali inglesi e il New York Times hanno messo il Bahrain in prima pagina, e l’operazione di PR tentata dalla famiglia regnante si è rivelata un boomerang. Oggi vi propongo la guida turistica non autorizzata del Bahrain messa a punto da Bahrain Watch.

? La canzone di oggi era “Everything is broken” di Bob Dylan

Ecco la puntata di oggi:

[audio:alaska_24_04_2012.mp3]

Per scaricarla sul tuo computer clicca qui

Il contributo dei lettori è essenziale al mio lavoro, puoi donare qui!

1 Comment guida non autorizzata del Bahrain

  1. Pingback: Guida non autorizzata del Bahrain | Informare per Resistere

Leave a Reply

Your email address will not be published.