reportage sull’hub di Milano – 3a parte

Ecco qui la terza parte del mio reportage per Open Migration sull’hub per i transitanti a Milano, che ha accolto finora 107.000 persone in tre anni. Qui entriamo fra le donazioni dei milanesi da quello che era un vecchio nightclub, incontriamo il dottor Mohamed Boustani che da tre anni cura i profughi in transito, e Omar ci racconta il suo durissimo viaggio dall’Eritrea al Sudan, dall’Egitto a Messina, compresa la raccolta obbligatoria delle impronte digitali che ora lo costringe a restare in Italia.

Una frontiera dentro la città: viaggio nell’hub di Milano /3

Il contributo dei lettori è essenziale al mio lavoro, puoi donare qui!

Leave a Reply

Your email address will not be published.