Magic Wendy

(this article was originally posted on Alaska at Radio Popolare)

La fiera Wendy Davis ci è riuscita. Scarpe da ginnastica rosa, ferma in piedi con un microfono, parlando per più di 11 ore consecutive davanti ai suoi colleghi del senato del Texas, ha fatto slittare la votazione sulla proposta di modifica (restrittiva) della legge statale sull’aborto oltre l’orario consentito (la mezzanotte del 25 giugno), rendendo nullo il voto che ne è seguito. Wendy Davis, democratica in un senato di stato a maggioranza repubblicana, ha 50 anni, per arrivare dove sta ce l’ha messa tutta, e potrebbe diventare il futuro governatore del Texas. Per le femministe è una specie di eroina, e oggi voglio proporvi qualche materiale per conoscerla meglio. Qui il piccolo profilo del Waashington Post, qui Helen Davison per il Guardian con la cronaca della maratona di Wendy, qui Joan Walsh per Salon su “Wendy Davis, supereroina femminista”. Inoltre, Matthew Keys e Anthony DeRosa hanno seguito in diretta, anche sui social media, l’ostruzionismo e la votazione, denunciando un goffo tentativo iniziale del senato, poi corretto, di far risultare il 26 giugno come scadenza per la validità del voto. Qui il Post, che ha pubblicato la fotografia di Wendy aiutata a indossare un busto di sostegno per poter proseguire il suo intervento, in una bellissima gallery che rende l’idea dell’impresa.

La canzone di oggi era “Queen of Denmark” di Sinéad O’Connor

Ecco la puntata di oggi: [audio:http://pod.radiopopolare.it/alaska_26_06_2013.mp3]

Per scaricarla sul tuo computer clicca qui

Leave a Reply

Your email address will not be published.