l’innocenza di Anna

(this article was originally posted on Alaska at Radio Popolare)

Come sapete, dall’11 settembre ho seguito per voi su Twitter il dipanarsi delle proteste contro il (presunto) film americano anti-musulmano “Innocence of Muslims”, a cominciare dall’uccisione dell’ambasciatore americano Stevens a Benghasi. Oggi sappiamo che l’attacco all’ambasciata in Libia era un attentato progettato in anticipo e fatto coincidere artatamente con la piccola manifestazione spontanea contro il film; sappiamo che il film nei cinema americani non esiste, che l’unico materiale circolato è il trailer che a luglio era stato postato sui YouTube in inglese e a ridosso dell’11 settembre è stato postato in arabo, che si tratta del prodotto di una sorta di setta copta californiana, realizzato con dolo, perché le riprese appartengono al girato di un falso film low-budget di avventura e sono state poi rimontate e doppiate con il taglio che tutti conosciamo, all’insaputa di tutti gli attori. Anna Gurji, giovane attrice della Georgia, è una di loro. Scioccata dall’utilizzo che è stato fatto del suo lavoro, si è rivolta allo scrittore Neil Gaiman, che le ha chiesto di scrivere una lettera pubblica, diffondendola poi sul suo lettissimo blog e sul suo profilo Twitter che ha due milioni di follower. La trovate qui e oggi ve la traduco.

La canzone di oggi era “Wade in the water” di Michelle Shocked

Ecco la puntata di oggi:

[audio:http://pod.radiopopolare.it/alaska_28_09_2012.mp3]

Per scaricarla sul tuo computer clicca qui

Leave a Reply

Your email address will not be published.