la scenografia del segreto

(this article was originally posted on Alaska at Radio Popolare)

Se il voto politico italiano prevede una sorta di quarantena di silenzio, il voto del Conclave in Vaticano prevede l’assoluta segretezza. E segretezza vuol dire niente tweet. Vi raccontavo poco tempo fa di come un organismo come il Congresso degli Stati Uniti abbia una presenza individuale su Twitter che sfiora il 95% del totale, e non è certo questo il caso dei cardinali in Vaticano, presenti sul social network in percentuale bassissima – 9 sui 117 del collegio cardinalizio che ha diritto a votare il prossimo pontefice. Ma il primo tweet del papa era passato alla storia, e si sa, perché esca qualche indiscrezione dal Conclave a marzo basterebbe un solo cardinale armato di tastierina. Così arriva il divieto: come vuole l’usanza, i cardinali sospenderanno tutti i loro contatti col mondo esterno per tutta la durata del Conclave, e con questo si intendono anche i loro account in rete. Cindy Wooden ha scritto un bel pezzo per Catholic News. Va da sé, poi, come sempre, che qualche indiscrezione infrangerà il cerimoniale (infranto in questi mesi da ben altri tipi di fughe di notizie e materiali dalle segrete stanze).

La canzone di oggi era “Mysterious Ways” (U2) nella versione degli Snow Patrol

Ecco la puntata di oggi:

[audio:http://pod.radiopopolare.it/alaska_18_02_2013.mp3]

Per scaricarla sul tuo computer clicca qui

Leave a Reply

Your email address will not be published.