il tweet più profondo

(this article was originally posted on Alaska at Radio Popolare)

Il regista James Cameron, appassionato di profondità marine, ha raggiunto ieri notte in solitaria il fondo della Fossa delle Marianne (11 chilometri di profondità), da dove ha spedito quello che si classifica, almeno nelle statistiche, come il tweet a più alta profondità mai spedito. In realtà le cose non sono andate proprio così, come spiega Slate, che ricorda anche il record degli astronauti che si registrarono su Foursquare dalla stazione spaziale internazionale. Twitter, con l’account @DeepChallenge, gli è servito anche, dopo qualche ora, a riassumere i punti salienti della conferenza stampa in cui ha descritto quello che ha visto e le sensazioni che ha provato. Cameron ha sempre avuto una passione da scienziato per gli abissi, ha finanziato e contribuito a progettare le telecamere che realizzarono i sopralluoghi intorno al vero relitto del Titanic (sul quale avrebbe poi realizzato il suo celebre film di finzione), e ha messo tutta la sua passione nel film The Abyss, uno dei suoi film più belli. Per questa operazione, preparata per molti anni, si è fatto sponsorizzare dal National Geographic (qui trovate un primo racconto dell’impresa di Cameron come “esploratore ospite”, che viene aggiornato di ora in ora con foto e animazioni dell’immersione), che pubblicherà i risultati delle ricerche sulle foto e i campioni raccolti dal pod subacqueo di Cameron. Qui il resoconto a caldo dell’AP, e vi racconto un po’ cosa ha twittato Cameron dopo la risalita durata 70 minuti.

? La canzone di oggi era “How deep is your love” (Bee Gees) di Cristina Donà

Ecco la puntata di oggi:

[audio:alaska_27_03_2012.mp3]

Per scaricarla sul tuo computer clicca qui

Il contributo dei lettori è essenziale al mio lavoro, puoi donare qui!

Leave a Reply

Your email address will not be published.