guardaci, Mohamed Bouazizi

(this article was originally posted on Alaska at Radio Popolare)

Mohamed Bouazizi si è dato fuoco il 17 dicembre del 2010, innescando la catena di proteste che avrebbero portato alla caduta di Ben Ali. Questo è un graffito nella sua città, Sidi Bouzid. (foto di Zohra Bensemra/Reuters, scattata il 19 gennaio 2011, pochi giorni dopo la sua morte in ospedale, e ai primi segni della rivoluzione egiziana)

Il 23 ottobre, domenica prossima, la Tunisia va a votare, per la prima volta dal rovesciamento di Ben Ali.

La grande scrittrice e attivista Rebecca Solnit scrive una lunga lettera da San Francisco a un ragazzo che è morto molti mesi fa e che pure continua a cambiare il mondo: Mohamed Bouazizi.

? La canzone di oggi era “Foot in the door” di Fink

Ecco la puntata di oggi:

[audio:alaska 19 ott 11p.mp3]

Per scaricarla sul tuo computer clicca qui

Il contributo dei lettori è essenziale al mio lavoro, puoi donare qui!

1 Comment guardaci, Mohamed Bouazizi

Leave a Reply

Your email address will not be published.